Articoli

Definizione di agricoltore in attività

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Campania individua quali beneficiari di numerose misure, agricoltori singoli o associati in attività ai sensi dell’art. 9 del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 e delle disposizioni nazionali di applicazione.

Ne deriva che l’esistenza di tale requisito in capo al soggetto richiedente l’aiuto costituisce condizione necessaria ed imprescindibile per l’ottenimento dei contributi dell'Unione Europea

L'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Aga), con circolare n. 140 del 20 marzo 2015, ha fornito precise indicazioni circa i requisiti che devono essere posseduti dalle persone fisiche o giuridiche  affinché queste possano essere definite "Agricoltore in attività".

 

Sono agricoltori in attività le persone fisiche o giuridiche che:

al momento della presentazione della domanda di aiuto, dimostrano uno dei seguenti requisiti:

a) iscrizione all’INPS come coltivatori diretti, imprenditori agricoli professionali, coloni o mezzadri;

b) possesso della partita IVA attiva in campo agricolo e, a partire dal 2016, con dichiarazione annuale IVA relativa all’anno precedente la presentazione della domanda. Per le aziende con superfici agricole ubicate, in misura maggiore al cinquanta per cento, in zone montane e/o svantaggiate ai sensi del Reg. (CE) n. 1257/1999 è sufficiente il possesso della partita IVA in campo agricolo.

Per partita IVA attiva in campo agricolo si intende quella individuata dal codice ATECO 01 agricoltura

Inoltre, in caso di partita IVA attivata in campo agricolo successivamente al 1° agosto 2014, ovvero in assenza di partita IVA, il requisito di agricoltore in attività è dimostrato se ricorre una delle seguenti condizioni:

a - l'importo annuo dei pagamenti diretti almeno pari al 5% dei proventi totali ottenuti da attività non agricole nell'anno fiscale più recente.

b - Svolgimento di attività agricole non insignificanti.

c - Attività principale o oggetto sociale consistente nell'esercizio di un'attività agricola

Sono altresì agricoltori in attività le persone fisiche o giuridiche che:

hanno percepito nell’anno precedente pagamenti diretti per l’ammontare massimo di seguito riportato:

a) euro cinquemila per le aziende le cui superfici agricole sono ubicate, in misura maggiore al cinquanta per cento, nelle zone svantaggiate e/o di montagna ai sensi del Reg. (CE) n. 1257/1999 e ai sensi dell’art. 32 del Reg. (UE) n. 1305/2013;

b) euro milleduecentocinquanta negli altri casi

Sono considerati anche considerati  agricoltori attivi i soggetti che rientrano nel campo di applicazione delle seguenti deroghe

a) gli enti che effettuano attività formative e/o di sperimentazione in campo agricolo e quelli che hanno la gestione degli usi civici;

b) per tutte le altre casistiche ad eccezione del punto a) le persone fisiche o giuridiche che forniscono prove verificabili attestanti una delle seguenti situazioni:

1) l'importo annuo dei pagamenti diretti è almeno pari al 5% dei proventi totali ottenuti da attività non agricole nell'anno fiscale più recente per cui sono disponibili tali prove;

2) le sue attività agricole non sono insignificanti;

3) la sua attività principale o il suo oggetto sociale è l'esercizio di un'attività agricola.

Allegati:
Scarica questo file (Agricoltore in attività.PDF)Agricoltore in attività.PDF[ ]277 kB

In evidenza

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui temi di interesse della categoria.

Formazione online

Cerca nel sito

contatore visite

839147
OggiOggi42
Mese correnteMese corrente11417
TotaleTotale839147
US

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo