Azione a difesa delle competenze dei dottori agronomi e dottori forestali - Nota inviata alla comunità Montana del Bussento Lambro e Mingardo

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Cari colleghi, 

nei giorni scorsi siamo venuti a conoscenza dell' AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL RECLUTAMENTO, A TEMPO PIENO E DETERMINATO PER ESAMI DI N. 4 ISTRUTTORI DIRETTIVI DI CATEGORIA D1 (1 AREA TECNICA –2 AREA CONTABILE - 1 AREA INFORMATICA), DI N. 6 ASSISTENTI DI CATEGORIA C1 (3AREA CONTABILE – 1 AREA ORGANIZZATIVA – 1 AREA AMMINISTRATIVA – 1 AREA TECNICA) E DI N. 1 COLLABORATORE DI CATEGORIA B3 - AREA AMMINISTRATIVA, pubblicato dalla COMUNITA' MONTANA BUSSENTO LAMBRO E MINGARDO. 

Abbiamo dovuto, purtoppo, constatare che, per la categoria D1 - Istruttori direttivi di area tecnica - la partecipazione al bando è riservata ai laureati in: Ingegneria civile; Ingegneria edile; Architettura; Ingegneria edile- architettura; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; Pianificazione territoriale e urbanistica; Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale; Urbanistica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente, iscritti all’Ordine professionale degli Ingegneri o a quello degli Architetti.

 

Verificato che le mansioni previste per tale posizione direttiva e le materie e gli argomenti delle prove pratiche rientrano pienamente nell'ambito delle nostre specifiche competenze attribuiteci dalla L 3/76, abbiamo inviato alla Comunità Montana responsabile del bando  l'ennesima nota di disapprovazione, evidenziando le nostre competenze e richiedendo la modifica del bando per consentire la partecipazione ai laureati in Scienze agrarie e forestali iscritti all'Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali. 

L’esclusione della nostra categoria appare ancora più inspiegabile e discriminatoria se si considera che lo stesso bando, per gli assistenti di categoria C1 - assistente di area tecnica, consente la partecipazione a candidati in possesso di diploma di istruzione secondaria di secondo grado, di: perito agrario, agrotecnico, geometra o diploma rilasciato da Istituto tecnico o professionale in ambito agro-forestale, che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.

Rimaniamo, pertanto, in attesa delle determinazioni che vorrà prendere l'Ente ma già nel prossimo consiglio previsto per lunedi 9 novembre inizieremo a valutare la opportunità di una eventuale azione legale.

Colgo l'occasione per ringraziare tutti i colleghi che ci segnalano la pubblicazione di bandi e avvisi lesivi delle nostre competenze e della nostra professionalità.

In allegato troverete la nota inviata.

Il Presidente

Carmine Maisto