Registro Generale degli indirizzi elettronici (ReGIndE) - Invio modulo di sottoscrizione

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Il Ministero della Giustizia con proprio Decreto 21 febbraio 2011 n. 44, ad oggetto "Regolamento concernente le regole tecniche per l'adozione nel processo civile e nel processo penale, delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione" ha istituito il Attivazione Registro Generale degli indirizzi elettronici (ReGIndE).

 

L'istituzione del registro rientra nel più ampio progetto di istituzione del Processo Civile Telematico che prevede tra le altre novità l'invio telematico della documentazione alla cancelleria dei Tribunali , quali ad esempio relazioni dei C.T.U. e dei C.T.P.

Il ReGIndE non gestisce informazioni già presenti in registri disponibili presso le pubbliche amministrazioni, occorre quindi accreditarsi presso il Ministero di Giustizia al fine di potere utilizzare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) per gli scambi inerenti il processo telematico.

Il Consiglio Nazionale ha stabilito di farsi carico di tale onere raccogliendo, per tramite degli Ordini provinciali, le richieste degli iscritti in possesso di un valido indirizzo PEC estratto dall'Albo Unico Nazionale e trasmettendo l'elenco direttamente al Ministero di Giustizia.

A tal fine gli Iscritti all'Ordine di Salerno potranno inoltrare formale richiesta di accreditamento presso il Ministero di Giustizia utilizzando il modello in allegato.

Si rammenta l'obbligatorietà della attivazione della PEC che se effettuate per tramite del Conaf è del tutto gratuita.

Il Consiglio è a disposizione dei colleghi per ogni chiarimento dovesse necessitare.

 

 

 

In evidenza

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui temi di interesse della categoria.

Formazione online

Cerca nel sito

contatore visite

1145823
OggiOggi454
Mese correnteMese corrente18830
TotaleTotale1145823
US

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo