Convegno Cambiamenti globali: azioni locali di adattamento e mitigazioni nel settore agricolo e forestale giovedì 3 luglio 2014 a ore 16.00 presso la Sala consiliare Provincia di Caserta in Corso Trieste 133 - Caserta

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

I cambiamenti climatici ed il rischio idrogeologico impongono serie riflessioni sul ruolo che ha il settore agroforestale su scala nazionale e mondiale, sulla mitigazione dell’effetto serra.

I risultati del quinto rapporto dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), il comitato di scienziati chiamati periodicamente dall’ONU a sintetizzare le ultime scoperte scientifiche sui cambiamenti climatici sono fortemente preoccupanti. La temperatura media della superficie terrestre è aumentata di 0,85 °C tra il 1880 e il 2012. La calotta glaciale artica si sta riducendo al ritmo del 4% per decennio. Tra il 1901 e il 2002 il livello degli oceani è aumentato di 19 cm e potrebbe aumentare fino a 63 cm tra il 2081 e il 2100, con rischi d’inondazione per le città costiere.

Anche l’acidità degli oceani è aumentata, portando una grave minaccia alle barriere coralline (a rischio di scomparsa entro il 2050) e alla biodiversità.

La causa principale di questo caos climatico è il crescente accumulo in atmosfera di CO2 e altri gas-serra, legati alla combustione di gas, petrolio e carbone e alla deforestazione (13 milioni di ettari l’anno). Tra il 1750 e il 2012 sono stati aggiunti in atmosfera 2000 miliardi di tonnellate di CO2. Con gli attuali trend demografici e dei consumi, l’atmosfera si potrebbe arricchire di ulteriori 2.000 miliardi di tonnellate di CO2 entro il 2050. Il risultato sarebbe un ulteriore aumento di 1°C e il rischio di innesco d’una spirale caotica di eventi climatici.

Scopo dell’incontro è di presentare una sintesi delle relazioni tra cambiamenti climatici ed ecosistemi agricoli e naturali e di introdurre le principali opzioni che l’agricoltura e la selvicoltura possono offrire per mitigare i cambiamenti climatici.

Saranno poi presentati i risultati del progetto Proforbiomed (www.proforbiomed.eu), finanziato dall’UE nell’ambito del programma europeo di coesione sociale che intende promuovere l’uso della biomassa come fonte rinnovabile di energia, in sostituzione delle fonti fossili, attraverso lo sviluppo di una strategia integrata di uso sostenibile della biomassa forestale nell’area mediterranea.

Elementi chiave di questa strategia sono il recupero e la valorizzazione del potenziale di biomassa forestale inutilizzato e il coinvolgimento degli attori coinvolti nell’intera filiera che va dalla gestione forestale all’uso finale dell’energia.

Di questi argomenti si parlerà nel corso dell'convegno Cambiamenti globali: azioni locali di adattamento e mitigazioni nel settore agricolo e forestale che si terrà giovedì 3 luglio 2014 alle ore 16.00 presso la Sala consiliare Provincia di Caserta in Corso Trieste 133 - Caserta.

ore 16.00        Registrazione partecipanti

                         Apertura dei lavori

Dr. Stefano Giaquinto

Assessore Provinciale Agricoltura Provincia di Caserta

ore 16.15        Presentazione Coordinamento

Le sistemazioni idraulico forestali nella mitigazione del rischio

Dr. Ciro Costagliola

Dirigente Settore Agricoltura Provincia di Caserta

ore 16.30        Cambiamenti globali: azioni locali di adattamento e mitigazioni nel settore agricolo e forestale

Prof. Lorenzo Ciccarese

Primo ricercatore dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra)

ore 18,00        Coffe break

ore 18,15        Dibattito

ore 18,45        Conclusioni

On. Domenico Zinzi

Presidente della Provincia di Caserta

Lorenzo Ciccarese è primo ricercatore dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) nonché responsabile del settore “Risorse forestali e fauna selvatica”. Ha partecipato, anche come coordinatore, a numerosi progetti dei programmi quadro di ricerca della Commissione Europea (CE).

È lead author e rewiever di diversi report dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

L’Ipcc, l’United Nations Environment Programme e il World Meteorological Organizations gli attribuiscono il riconoscimento formale per il contributo che ha dato allo stesso Ipcc per l’assegnazione del Premio Nobel per la pace nel 2007.

Ha svolto attività di valutazione delle aree Ecosystems e Biodiversity del Group on Earth Observations (Geo) dell’ONU. Dal 2014 è membro del consiglio scientifico dell'ISPRA

 

Segreteria organizzativa:

Provincia di Caserta Settore Agricoltura, Caccia e Pesca, Foreste

viale Lamberti pal. della Provincia

81100 Caserta

Tel. 0823. 2478198

Fax. 0823. 2478170

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.provincia.caserta.it

Allegati:
Scarica questo file (1_Invito_convegno.pdf)1_Invito_convegno.pdf[ ]216 kB
Scarica questo file (222_locandinaultima.pdf)222_locandinaultima.pdf[ ]201 kB